Select Page

LE ACCUSE AL SESSANTENNE PER L’AGGRESSIONE DI IERI AL TRIBUNALE DEI MINORI

LE ACCUSE AL SESSANTENNE PER L’AGGRESSIONE DI IERI AL TRIBUNALE DEI MINORI

Dopo la denuncia che quattro madri,  per l’ipotizzato reato di aggressione, hanno sporto al  Commissariato di Polizia di Capri, diretto dal Vice Questore Maria Edvige Strina, sono stati ascoltati dai Poliziotti la coordinatrice della Colonia dei due comuni isolani, altri operatori ed alcuni testimoni che hanno riferito cosa sia accaduto ieri pomeriggio nella zona di Santa Teresa, dove il sessantenne B.F. ha aggredito non solo verbalmente una decina di bambini di Anacapri.

B.P., all’incirca alle 16,30,nell’aggredire i bimbi avrebbe seminato, in alcuni di loro, terrore. Il motivo del gesto di B.P. è da ricercare nell’esasperazione a seguito di una serie di molestie che il sessantenne avrebbe già denunciato tre anni fa e che trovarono spazio sul giornale locale Nuova Capri dove nel cuore della notte, balordi, in pieno inverno, lo citofonavano di continuo svegliandolo, nella sua abitazione ai piedi della Chiesa di Santa Teresa. L’aggressione ai bimbi della Colonia non trova però alcuna spiegazione, per quanto ingiustificabile, in quanto i bimbi non l’avrebbero infastidito in alcun modo. Il motivo per cui i bambini, una decina, erano lungo quella strada è che erano usciti dalla Scuola IV Novembre di via P. S. Cimino per incamminarsi lungo Santa Teresa per poi raggiungere, attraverso la scala di via Roma, il Piazzale Europa dove erano attesi dai bus per far ritorno alle loro abitazioni di Anacapri. All’atto dell’aggressione, sono intervenuti immediatamente i Vigili Urbani del Comune di Capri, che hanno steso una dettagliata relazione rimessa al Commissariato di Polizia e una pattuglia di Poliziotti della Squadra Anticrimine. L’uomo ha riferito che i bambini, cosa questa non risultata vera, lo infastidivano con atti vandalici. Dopo l’identificazione B.P. ad opera dei Poliziotti si è reso conto che non la passerà liscia ed ancor più dopo le denunce dei genitori dei bimbi che sono oggi contenute in un rapporto inviato al Tribunale dei Minori. Alcuni bambini sono risultati in uno stato di shock e grande emotività, uno dei bimbi per la paura procuratagli dall’uomo si è letteralmente fatto la pipì addosso, altri bimbi per lo spavento hanno a lungo pianto chiedendo della propria madre in stato di panico. Una situazione che ha scosso gli animi anche dei tutori della legge oltre che dei cittadini che loro malgrado hanno assistito ieri alle condizioni psicologiche in cui si trovavano i bimbi. I servizi sociali del Comune di Capri che seguono la Colonia estiva si sarebbero già attivati per condannare l’operato di B.P.. Oggi pomeriggio al passaggio dei bimbi della Colonia l’uomo si è ben guardato dal farsi vedere a Santa Teresa anche perchè erano appostati diversi poliziotti pronti ad intervenire.

poliziotti e vigili urbani nell’intervento di ieri pomeriggio

About The Author

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPRI WATCH

MARIORITA

PORTA COSTRUZIONI